A Napoli maratona di jazz

basilica-san-giovanni-maggiore-pignatelli

Fenomeno musicale notevole, il jazz ha saputo pervadere, con i suoi stilemi, i più disparati ambiti musicali, incuriosendo, suggestionando ed ispirando musicisti massimi anche della più autorevole tradizione europea, come i francesi Maurice Ravel e Claude Debussy, per fare solo due nomi.

Oggi anche disciplina di insegnamento nei conservatori, a Napoli trova una vivace adesione ed alacre fermento, esprimendosi in specifici contesti sempre più numerosi, abbracciato anche da musicisti di robusta formazione accademica.

Un piccolo, vivido, riservato mondo che domani si offrirà all’intera città nella sontuosità architettonica della Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli grazie ad una iniziativa curata dal musicista Enrico Del Gaudio, “La notte del jazz”, sei ore, dalle 18 alle 24, affidate ad artisti legati alla città, dal pianista Mariano Bellopede al “Petrarca Trio”, “Armanda Desidery Trio”, Beatrice Valente Trio”, “Luigi Di Nunzio Quartet” nonché il duo Pericle Odierna-Armando Bertozzi ed il duo Fabiana Martone-Marco Pezzenati.

Non mancheranno pure momenti narrativi, affidati alla voce di Anita Pavone,  dedicati alla storia di questo particolare genere musicale, anche attinti da autobiografie di eminenti artisti, un’idea che, anche in virtù della collaudata bravura della valente attrice, sarà sicuramente prezioso arricchimento alla serata.

 

Rosario Ruggiero