The Cranberries, un brano inedito per i 25 anni dal debutto

Dolores O’Riordan canta in irlandese, unico brano gaelico della band.

Un pezzo che sembra riportarci al 1993, ai tempi dell’esordio con Everybody else is doing it so why can’t we?. I Cranberries, in occasione dell’anniversario, che sarà celebrato con l’uscita di un cofanetto, pubblicano la versione studio di Íosa, unico pezzo in gaelico registrato dalla band con la voce di Dolores O’Riordan, trovata senza vita poco dopo le 9 del 15 gennaio nella camera 2005 dell’hotel Hilton a Park Lane, a Londra.

La cantante è morta annegata nella vasca da bagno in seguito a un’intossicazione da alcool.  Íosa è un inno alla Chiesa cattolica e il titolo significa “Gesù”. Il brano è una supplica a Dio, al quale Dolores chiede di non essere lasciata sola.

“Continuiamo a lottare per riuscire ad accettare quello che è successo,avevano scritto in un comunicato i Cranberries. Le nostre sentite condoglianze vanno ai figli di Dolores e alla sua famiglia e oggi i nostri pensieri sono con loro: Dolores vivrà eternamente nella sua musica”.

Prima della scomparsa della cantante irlandese, il gruppo, che si era sciolto nel 2003 per poi riunirsi nel 2009 per un tour negli Stati Uniti e in Canada, aveva iniziato a lavorare su nuovo materiale: O’Riordan aveva già realizzato delle registrazioni che ora i Cranberries promettono di condividere con i fan entro il 2019.

La band, nata nel 1990, aveva scalato le classifiche mondiali della musica, tanto da diventare vera e propria icona del rock degli anni Novanta.

Nel 2003 il gruppo irlandese si era sciolto, nel 2009 c’era stata una prima reunion per un tour tra Stati Uniti e Canada.

Da lì la band aveva deciso di provarci ancora. Dolores O’Riordan aveva già realizzato alcune registrazioni e il resto del gruppo ha scelto di condividere con chi ha saputo apprezzare e ammirare una delle voci più belle della storia della musica.

Si stima che la band abbia venduto attorno ai 40 milioni di album nel mondo.

Nicola Massaro