Lidia Sanseverino: ‘E ffurmechelle

Graziosa veste editoriale per le mini poesie di Lidia Sanseverino. ‘E ffurmechelle, questo il titolo del piccolo volumetto del 2014 che raccoglie 31 poesie in napoletano e lingua italiana.

Nella prefazione, Luciano Galassi  scrive “queste ‘formichine’ di Lidia Sanseverino hanno la grandezza del microcosmo che racchiude  in nuce tutti i parametri e i valori del macrocosmo”.

Poetessa in grado di esplorare al tempo stesso i sentimenti umani e il vivere quotidiano, la nostra Autrice riesce con “un linguaggio colorito, allusivo a volte, a volte diretto, ma sempre dirompente sul crinale dell’emozione” a coinvolgere il pubblico delle lettrici e dei lettori, e ancor più quando di persona propone le sue creazioni all’auditorio.

Scrive l’Autrice “la sintesi nella poesia è un elemento molto importante, perché il clou dell’emozione dura pochi istanti ed è in questo breve tempo che il poeta possiede tuta la forza del sentire”.

Vivere la poesia con Lidia Sanseverino è un’esperienza emozionale.

Salvatore Adinolfi

 

 “I Bastardi di Pizzofalcone” superano il GF vip

Con la prima stagione di Pizzofalcone la Rai ha di fatto trasformato la propria offerta, sdoganando un linguaggio crudo e scomodo che in passato sarebbe stato impensabile. Esempi di corruzione e degrado interno ad alcuni elementi forze dell’ordine erano sempre stati sfiorati, oppure raccontati in prodotti di nicchia, poco valorizzati, lasciati dalla stessa Rai in un angolo, affinché forse non facessero troppo rumore. Ma questa fiction d’autore ha rotto gli schemi e cambiato i tempi, osando.

La seconda stagione de “I Bastardi di Pizzofalcone”, però, va ancora oltre. E, assodata e confermata la natura “ribelle” del prodotto, trova spessore in una maggiore analisi dei personaggi, protagonisti ora più che mai con le loro storie ed il loro privato, che pesa nelle puntate quasi quanto le indagini. Tra morti violente, micro e macro criminalità, Lojacono, Alessandro Gassmann, e gli altri vengono fuori netti ma timidamente, tra le righe, senza offuscare la natura poliziesca del racconto, ma arricchendolo.

Uno degli elementi più forti della fiction resta infine la scenografia naturale di una Napoli porosa, fatta di architettura, vicoli e tradizioni, che interagisce con il racconto e lo rende diverso dagli altri, dandogli quel quid in più che riesce a rendere accogliente un titolo che altrimenti, nonostante tutto, resterebbe piuttosto freddo.

Con un audience del 23.23%, pari a 5.337.000 spettatori, “I Bastardi di Pizzofalcone” si aggiudicano il primo posto nella classifica ascolti tv. Secondo, ancora, il reality Grande Fratello Vip, condotto da Ilari Blasi, che ha raccolto davanti al video 3.242.000 spettatori pari al 20.01% di share. In terza posizione il match di calcio Spagna-Inghilterra, in onda su Italia 1 che ha raggiunto 5,82% di share.

Nicola Massaro

Alberto Angela è ufficialmente cittadino onorario di Pompei

Alberto Angela è diventato cittadino onorario di Pompei.

Il Comune della città campana ha riconosciuto al divulgatore di Rai1 il merito di avere restituito a Pompei un nuovo splendore grazie al programma televisivo interamente dedicato al Parco Archeologico di Pompei e, in generale, alla storia d i uno dei siti archeologici più visitati al mondo.

Un programma, “Stanotte a Pompei”, che è riuscito a coinvolgere un pubblico vasto e stratificato, come quello presente nella mattinata dedicata alla consegna dell’onorificenza, dove erano presenti autorità, ma soprattutto di giovani e di bambini delle scuole campane.

“Sono onorato di averti come concittadino – ha detto il sindaco Amitrano rivolgendosi ad Alberto Angela -. Ci hai insegnato a conoscere il nostro passato. Hai insegnato ai ragazzi ad essere curiosi. Ho voluto fortemente che diventassi cittadino onorario perché la tua lezione servirà alle generazioni future a difendere la nostra storia e la nostra identità”.

“E’ molto bello. In un certo senso sono tornato a casa – dice Angela nel suo discorso -. Ho sempre cercato di capire il passato. Quando iniziai a fare i primi servizi in tv, cominciai proprio da Pompei venticinque anni fa. Ricordo perfettamente la città. Era una prima carezza. Mi sentivo come uno studente al primo giorno di scuola. Ogni volta che ritorno imparo qualcosa, scopro qualcosa di diverso, come se non ci fossi mai stato prima. All’epoca il mio “Virgilio” fu il prof. Antonio De Simone, presente tra gli oltre tremila cittadini accorsi per l’evento. Sono un viaggiatore e ho bisogno di vivere un luogo. E’ stato il prof. De Simone a guidarmi, che mi ha fatto innamorare dell’antichità. Il rapporto d’amore con la città antica e moderna dura ormai da un quarto di secolo”.

Nicola Massaro

Ascolti TV Auditel: stravince Rocco Schiavone, la Sciarelli batte Le Iene

Il ritorno su Rai2 del vicequestore “Rocco Schiavone”, in onda mercoledì 17 ottobre, vince la competizione della prima serata affermandosi come il programma più visto, con 3,2 milioni di spettatori, uno share del 14% e punte superiori al 17.

Significativo anche il riscontro tra i laureati 21,7%. “Una conferma e un rilancio forte per un personaggio e una serie che giocano la carta dell’innovazione del linguaggio e un profilo del protagonista in controtendenza rispetto agli stereotipi –   ha sottolineato il direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta – scorretto, fuori dalle regole ma con un senso profondo dell’etica e per questo amato dal pubblico. Un circuito virtuoso, i romanzi di Antonio Manzini, l’ironia e bravura di Marco Giallini che s’incontrano con la regia di Giulio Manfredonia e la qualità produttiva di Cross Production e Rai Fiction”.

Nei dettagli: Rocco Schiavone 2 ha trionfato con 3.172.000 spettatori pari al 13.9% di share, superando anche Rai1 e il film Lasciati andare con Toni Servillo, fermatosi a 1.917.000 spettatori pari all’8.4% di share. Battuto anche Canale 5 con “Benvenuti al Sud”che ha conquistato 2.795.000 spettatori pari al 13.1% di share. Su Italia 1 “Le Iene” raggiungono 1.735.000 spettatori (9.9%) e soccombono a Rai3 con Federica Sciarelli e “Chi l’ha Visto?” che convince 2.088.000 spettatori pari ad uno share del 10%.

Su Rete4 la telenovela “Il Segreto” arriva a 1.731.000 spettatori con il 7.7% di share, superando di netto La7 con “Atlantide” dedicato a Evita Peron che ha totalizzato 613.000 spettatori con uno share del 2.9%. Su TV8 lo show culinario” MasterChef 7″ ha invece segnato il 2.7% con 559.000 spettatori.

Nicola Massaro