Fiaf Campania, le iniziative presentate dal delegato regionale Gianpiero Scafuri

Gli appassionati di fotografia, gli amatori, i giovani che si avvicinano alla fotografia sono i protagonisti di una stagione molto interessante promossa della Fiaf Campania che, con i suoi circoli attivi sul territorio, si muove grazie agli stimoli del suo delegato regionale Gianpiero Scafuri per promuovere l’arte dell’immagine. Con Scafuri ci caliamo nelle potenzialità fotografiche della nostra regione.

Una realtà fotografica quella della Campania che offre molte occasioni per gli amanti della fotografia, quale il rapporto tra fotografia e territorio?

La Campania è un territorio con tante potenzialità e ricco di creatività, non a caso vi è una buona cultura fotografica sempre più in fermento.

Una prova tangibile è la seconda edizione dell’Autore dell’Anno 2017 Fiaf Campania con 34 autori iscritti alla selezione finale nella fotografia tradizionale e 56 iscritti nella Iphonografia: sezione inserita grazie alla collaborazione con Igerscampania, per coinvolgere le giovani generazioni all’arte fotografica.

Quindi, mi auguro di riuscire ad ottenere un numero maggiore di tesserati che ci consentano di dare una giusta importanzaauna regione vivace. Ogni anno, in Italia, circa 40.000 persone ruotano intorno alla federazione in circoli, club e manifestazioni fotografiche, noi con i nostri tempi stiamo lavorando.

Cosa propone ai propri iscritti la Fiaf?

La Fiaf, che il prossimo anno compie settanta anni di attività, è una espressione nazionale nata per divulgare, sostenere e condividere la cultura dell’arte fotografica su tutto il territorio italiano. È fondatore del CIFA (Centro Italiano della fotografia di Autore) e membro del circuito internazionale FIAP (Federation Internationale de l’Art Photographique).

Principalmente offre la possibilità di entrare a far parte di un circuito dove la propria espressione artistica è valorizzata con competenza.

I soci interessati, possono contattare la delegazione regionale per concordare un incontro e valutare una eventuale candidatura al dipartimento culturale.

Mentre, durante l’anno è possibile ricevere un abbonamento alla rivista della federazione fotoit (rivista dedicata alla fotografia); una copia dell’annuario Fiaf con la pubblicazione che raccoglie la miglior produzione fotoamatoriale dell’anno in corso; monografie di un grande autore della fotografia contemporanea; un video corso per migliorare la vostra post produzione; convenzioni e sconti sul territorio nazionale.

Inoltre, i soci sono inseriti negli indirizzari di chi organizza concorsi fotografici nazionali e internazionali, mostre, workshop, e quindi ricevono bandi, inviti e promozioni. In occasione di congressi nazionali o regionali si ha la possibilità di accedere a letture portfolio dei propri lavori da parte di esperti.

La Fiaf della Campania è molto attiva sul territorio, ci parli delle iniziative portate avanti nel 2017?

Il Progetto nazionale sulla famiglia, la foto dell’anno, l’autore dell’anno nazionale e regionale, talent scout, i tanti concorsi nazionali e quelli organizzati daFiaf Campania; passeggiate fotografiche, incontri, proiezioni svolte nei circolidelnostro territorio. Una scelta ampia per tutti: professionisti, amatori e semplici appassionati.

Quali sono ancora aperte alla partecipazione dei fotografi?

La famiglia in Italia. E’ un progetto nazionale dedicato alla famiglia, il cui scopo è documentare e interpretare, attraverso la fotografia, la famiglia italiana contemporanea alla luce delle trasformazioni epocali che hanno riguardato i diversi ruoli dei suoi componenti, le identità sessuali, le esigenze economiche, il ruolo della donna, e la presenza di immigrati e italiani di nuova generazione.

Iscrizione entro il 30 ottobre 2017, presentazione opere 30 dicembre 2017.

Sono previste iniziative per i prossimi mesi?

A fine anno tutte le attività sono in fase di chiusura. Da novembre 2017 è aperto il tesseramento per i soci e i circoli/club che desiderano affiliarsi entro il 31 gennaio 2018.

Attualmente, oltre alle iniziative annuali per il prossimo anno con l’inaugurazione della mostra nazionale sulla famiglia il 16 giugno 2018 a Bibbiena,c’è il congresso nazionale del 2020 in Campania, evento su cui sto lavorando in collaborazione con il vice presidente Attilio Lauria. Abbiamo già alcuni contatti positivi e mi auguro che in questa occasione il nostro territorio riuscirà a distinguersi. Parallelamente stiamo anche valutando alcune disponibilità per realizzare una galleria Fiaf nel capoluogo campano: un luogo dove ci si nutre di fotografia con mostre e dibattiti sui grandi autori. Fiducioso di questo progetto, mi aspetto che la città di Napoli sia onorata per la scelta e ricambi con energia il nostro impegno.

Alessandra Desideri