Mazinga Z Infiniy, una nuova battaglia per il super robot

Era il 1972 quando veniva pubblicato il primo capitolo di Mazinga Z (マジンガーZ Majingā Zetto), manga scritto e disegnato dal fumettista e scrittore giapponese Go Nagai. L’opera, che nello stesso anno verrà trasposta in un anime di 92 episodi, è rivoluzionaria poiché introduce nei manga di genere mecha i super robot, ovvero robot colossali pilotati da ragazzi e caratterizzati dalla grande potenza distruttiva. Una serie in cui non solo quando l’eroe attiva specifiche armi ne grida il nome, ma dove il robot protagonista difende la Terra dall’invasione di mostri o alieni giganteschi che puntualmente vengono sconfitti.

Inoltre per la prima volta il robot acquista tratti demoniaci, poiché a seconda del comportamento del pilota può diventare un dio o un demone.

Non a caso il nome in giapponese (Ma) (ji) (n) (ga)  è scritto in caratteri katakana. La parola è composta dalle particelle ma che significa demone e jin (o shin) che vuol dire divinità, mentre la particella ga ha funzione rafforzativa. Nella mitologia giapponese i majin sono esseri magici, e la parola viene usata anche per indicare i demoni. Un termine che richiama quindi un essere divino e superiore.

Dopo anni di pace sulla Terra, il Dottor Inferno torna a minacciare il genere umano quando alcuni ricercatori scoprono, durante degli scavi interni al monte Fuji, un titanico robot che chiamano Mazinga Infinity, dotato di un potere straordinario, ovvero controllare e resettare intere galassie. Una simile abilità in mano al Dottor Inferno minaccia quindi non solo la Terra ma tutto lo spazio, motivo per cui il buon vecchio Tetsuya si mette al comando del Grande Mazinga per contrastare l’invasione. Dato questi per scomparso, entra in gioco Koji Kabuto, anch’egli ritiratosi in tempo di pace e ora pronto a tornare al comando di Mazinga Z, ultimo barlume di speranza per tutto l’universo.

Terzo lungometraggio dedicato ai personaggi creati dall’intramontabile Go Nagai, diretto da Junji Shimizu e scritto da Takahiro Ozawa, Mazinga Z Infinity farà la felicità di tutti i fan. Un film in grado  di risvegliare il bambino in ognuno di noi.

Nicola Massaro