NèB: Natura è Benessere, presentato il progetto

Presentato oggi il progetto Ccm “Ambiente, clima e protezione della salute dei bambini”. L’iniziativa prende lo spunto dall’interesse manifestato dall’OMS, dalla COP sulla Biodiversità dell’ONU, dalla IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), da istituzioni, enti e organizzazioni pubbliche e private, verso i benefici contatti con la natura. In discussione gli “stili di vita limitrofi a diverse fonti di inquinamento dell’ambiente urbanizzato, a situazioni di disagio sociale e alla minaccia rappresentata dalle tecnologie digitali, il cui uso eccessivo conduce a una nuova insidiosa dipendenza”.

La vita moderna, la crescente globalizzazione e l’urbanizzazione sfrenata costituiscono una minaccia sempre più forte per la salute e per la qualità di vita di cittadini e popolazioni e una sfida sempre più complessa per chi deve tutelare la salute pubblica a livello locale, ma soprattutto a livello internazionale come l’OMS.

“L’impatto antropico sta modificando l’ambiente su scala globale. Questi cambiamenti possono avere effetti diretti e indiretti sulla salute”, sottolineano gli organizzatori.
Il progetto si propone come obiettivo quello di “sviluppare e promuovere strategie e programmi di azione sulla prevenzione e promozione della salute in età pediatrica e di prevenzione di patologie derivanti da contaminazioni ambientali dell’aria, dell’acqua e della catena alimentare, da stili di vita sedentari, da videodipendenze e impatti indotti dai cambiamenti climatici”.
L’attenzione del Ministero della Salute, come sottolinea, “intende recuperare il patrimonio di ricerca e di esperienze e aprire la strada alla sperimentazione di linee guida con il coinvolgimento delle altre istituzioni e di attori sociali, per contribuire a raggiungere obiettivi condivisi”.

Alessandra Desideri