Celebrazioni leopardiane a Torre del Greco: successo di pubblico

Successo di pubblico e di amanti della cultura per la tredicesima edizione delle “Celebrazioni leopardiane” tenutesi dal 14 al 30 giugno scorso a Villa delle Ginestre a Torre del Greco.

L’evento si è aperto il 14 giugno con l’inaugurazione della mostra “Storia di una casa di Campagna, tra oralità e scrittura” a cura della Fondazione Ente Ville Vesuviane in collaborazione con il Museo del Corallo dell’Istituto d’istruzione Superiore “Francesco Degni” e la Pro Loco di Torre del Greco.  La mostra è stata dedicata alla storia della Villa che, dalla famiglia Simioli ai Carafa d’Andria, “conserva nella semplicità degli arredi della stanza del poeta i ricordi dei personaggi che l’hanno abitata. Le parole, gli oggetti e segni che abitano la mostra, tradiscono un luogo dell’anima disegnato dai versi de La Ginestra e Il Tramonto della Luna” come hanno evidenziato gli organizzatori.

Nel ricco calendario di eventi programmati per la celebrazione: la rassegna di musica corale a cura dell’Associazione Regionale Cori Campani; la presentazione del volume “Infinito Leopardi” curato dal Agostino Ingenito a cura dell’Associazione culturale “Leopardi e Napoli, legame indissolubile”; lo spettacolo tra musiche e poesia “Dueottobremilleottocentotrentatre, Leopardi a Napoli, idee per uno spettacolo” con Giulio Monteleone, Lucio Nardi, Luigi Palomba, Shanna Rossi, Laura Valente coreografie a cura di Sabrina Pedrazzini.

In attesa della prossima edizione non possiamo non evidenziare l’importanza di questo evento che tiene alto il ricordo di Leopardi e fa conoscere ad un pubblico sempre più vasto la meravigliosa Villa delle Ginestre.

Alessandra Desideri

 

 

La forza dell’amore, poesie per bambini

Mariarosaria Spinetti ha dedicato la sua vita all’attività didattica e scientifica presso l’Università di Napoli “L’Orientale” pubblicando saggi sulla letteratura medioevale e umanistica e interessandosi anche della cultura novecentesca.

Il volume che intendiamo sottoporre all’attenzione dei nostri Lettori, però, riguarda un’altra platea, non quella degli studenti universitari o degli esperti, ma quella dei bambini.

Con “La forza dell’amore. Poesie per bambini”, pubblicato da L’Orientale Editrice, la Spinetti si immerge con un linguaggio semplice nel mondo “dei fanciulli, frastagliato, variegato, capace di offrire sensazioni irripetibili, sia nella loro singolarità, sia nel confronto con il contesto circostante” evidenzia  nella prefazione Amalia Cecere.

Un volumetto agile, ricco di spunti dove i vari temi affrontati “vengono trattati con immagini proprie, adeguate per aderire alla delicata sfera psicologica dei bambini”.

Alessandra Desideri

Con Banca5 di Intesa Sanpaolo prelevi il contante anche in tabaccheria

Una vera e propria rivoluzione per i clienti di Intesa Sanpaolo. E’ possibile, infatti,  effettuare il prelievo contanti anche presso le tabaccherie che hanno sottoscritto la convenzione con Banca5 S.p.A.

Come fare? Basta essere in possesso delle carte Intesa Sanpaolo del circuito Maestro, asterCard, Visa o Visa Electron. Sarà possibile prelevare su oltre 15.000 punti convenzionati che esporranno un’apposita vetrofania e il cui elenco sarà disponibile su App e sito web Banca5 e Intesa Sanpaolo.

Oltre al nomale utilizzo della carta e del relativo pin sarà necessario esibire la tessera sanitaria nazionale per consentire la lettura elettronica del codice fiscale. Le operazioni di prelievo saranno gratuite fino al 31 dicembre 2019.

“ L’attivazione di questo servizio, in linea con quanto definito nel Piano industriale della capogruppo Intesa Sanpaolo, – dichiara Silvio Fraternali, Amministratore Delegato Banca5 – consentirà ai clienti del Gruppo di effettuare prelievi di contanti in un numero importante di esercizi aperti in orari prolungati  e, soprattutto, capillarmente presenti su tutto il territorio nazionale; una ulteriore rete territoriale del Gruppo che ci permette di offrire servizi semplici ma importanti per le necessità quotidiane anche in comuni spesso piccoli e meno serviti”.

E per Salvatore Borgese, Chief Business Officer Banca5: “Da luglio i tabaccai convenzionati Banca 5 possono mettere a disposizione dei cittadini loro clienti il servizio di prelievo contante. Questo prodotto innovativo, nel modello di servizio, avrà un forte impatto sociale e rappresenta una svolta nel percorso professionale che la rete dei nostri collaboratori potrà intraprendere, attraverso l’erogazione di servizi transazionali tradizionalmente forniti da reti bancarie. Il servizio di prelievo contante è un prodotto distintivo per la rete dei tabaccai Banca 5.”

Un ulteriore canale, un ulteriore servizio messo a disposizione della clientela.

Alessandra Desideri

Minimo storico per i mutui bancari

Una buona notizia per chi ha necessità di acquistare casa. L’ABI (Associazione Bancaria Italiana) ha reso noto nel suo bollettino, pubblicato mensilmente, che i tassi medi sulle nuove operazioni di mutuo per l’acquisto delle abitazioni hanno raggiunto nel mese di giugno il minimo storico.

Il tasso medio è pari a 1,80% %(1,83% a maggio 2018, 5,72% a fine 2007).

In crescita, secondo i dati disponibili del mese di maggio, anche il mercato dei mutui che vede sul totale delle erogazioni la prevalenza per 2/3 dei mutui a tasso fisso e un incremento di +2,3% rispetto al periodo precedente. Segno che gli Italiani non hanno abbandonato l’idea del “mattone” e che preferiscono avere un importo stabile per tutta la durata del mutuo in modo da poter programmare il proprio bilancio familiare.

Alessandra Desideri

 

915 mila euro per il sostegno agli studenti disabili

La Regione Campania ha approvato in Giunta interventi di inclusione sociale degli studenti con disabilità sensoriale, per 915.000 euro.

Se si considerano le difficoltà che incontrano le persone disabili e le loro famiglie nella vita quotidiana, è sicuramente positivo l’impegno che la Regione ha preso per favorire l’inclusione degli studenti con disabilità.

Gli alunni con disabilità visiva potranno avere i testi scolastici in formato braille e/o a caratteri ingranditi, in modalità cartacea o elettronica, questo favorirà la loro partecipazione in condizione non di disagio alle attività scolastiche (finanziamento della dote scuola per 415.000 euro). Sono previste inoltre azioni e interventi finalizzati a garantire pari opportunità alle persone con disabilità uditiva attraverso il superamento delle barriere immateriali di tipo comunicativo per l’importo di  200.000 euro e azioni e interventi finalizzati all’aiuto post-scolastico mirati a fornire alle persone con disabilità di tipo visivo e uditivo un aiuto specifico che consenta loro di superare le difficoltà che incontrano (importo stanziato 300.000 euro).

Si è dichiarata soddisfatta l’assessore all’Istruzione, Politiche sociali e Politiche Giovanili Lucia Fortini che ha dichiarato: “Si tratta di un altro passo in avanti, molto importante, per l’affermazione reale del diritto allo studio delle ragazze e dei ragazzi della nostra regione, che trasforma le difficoltà sensoriali e le disabilità da problema da risolvere in opportunità e arricchimento per tutti gli studenti. Misure concrete ed interventi mirati per rendere più forti i nostri studenti, più fiduciose le loro famiglie, più aperto, coeso ed inclusivo il sistema scuola della Campania”.

Sicuramente un sospiro di sollievo da parte delle famiglie che sono costrette a fare grandi sacrifici per garantire ai propri figli in condizione di disabilità il diritto allo studio e ad una vita “senza barriere”.

Alessandra Desideri

NèB: Natura è Benessere, presentato il progetto

Presentato oggi il progetto Ccm “Ambiente, clima e protezione della salute dei bambini”. L’iniziativa prende lo spunto dall’interesse manifestato dall’OMS, dalla COP sulla Biodiversità dell’ONU, dalla IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), da istituzioni, enti e organizzazioni pubbliche e private, verso i benefici contatti con la natura. In discussione gli “stili di vita limitrofi a diverse fonti di inquinamento dell’ambiente urbanizzato, a situazioni di disagio sociale e alla minaccia rappresentata dalle tecnologie digitali, il cui uso eccessivo conduce a una nuova insidiosa dipendenza”.

La vita moderna, la crescente globalizzazione e l’urbanizzazione sfrenata costituiscono una minaccia sempre più forte per la salute e per la qualità di vita di cittadini e popolazioni e una sfida sempre più complessa per chi deve tutelare la salute pubblica a livello locale, ma soprattutto a livello internazionale come l’OMS.

“L’impatto antropico sta modificando l’ambiente su scala globale. Questi cambiamenti possono avere effetti diretti e indiretti sulla salute”, sottolineano gli organizzatori.
Il progetto si propone come obiettivo quello di “sviluppare e promuovere strategie e programmi di azione sulla prevenzione e promozione della salute in età pediatrica e di prevenzione di patologie derivanti da contaminazioni ambientali dell’aria, dell’acqua e della catena alimentare, da stili di vita sedentari, da videodipendenze e impatti indotti dai cambiamenti climatici”.
L’attenzione del Ministero della Salute, come sottolinea, “intende recuperare il patrimonio di ricerca e di esperienze e aprire la strada alla sperimentazione di linee guida con il coinvolgimento delle altre istituzioni e di attori sociali, per contribuire a raggiungere obiettivi condivisi”.

Alessandra Desideri

Gli unicorni esistono: ritrovato il primo esemplare addomesticato in un antico papiro

Fra i sette animali disegnati sul frammento di papiro appena ritrovato ad El-Bahnasa in Egitto, compare forse uno schizzo preparatorio, per un mosaico o per un tessuto, di quella che è senza dubbio una delle prime immagini in assoluto nella storia di un unicorno, databile attorno al 450-550 d.C.

La posa dell’animale è elegante e altera, con la testa rivolta allo spettatore e il lungo corno appuntito con il tipico motivo a spirale, al collo è appeso un campanello, prova che è stato addomesticato. Tuttavia, non stiamo parlando del mitologico equino, figlio delle leggende del Nord Europa, l’unicorno in questione è più simile ad un gazzella, un orice con un unico corno; indicato da Aristotele come uno dei due unicorni in circolazione,oltre all’asino indiano,cioè il rinoceronte.

Il medico greco Ctesia, vissuto alla corte persiana tra il V e il IV sec a.C. Testimoniò che il corno dell’unicorno era ricercato in India per le proprietà medicinali; così come non era inusuale che gli studi zoologici dell’antico Egitto avessero illustrazioni di queste bestie, oppure i mosaici che rappresentavano animali, tipici degli ambienti scientifici di Alessandria, dove i re Tolomei crearono presso la loro reggia uno zoo sul modello del paradeisos, il parco di caccia dei re persiani.

Sempre ad Alessandria, il termine greco monokeros  (unicorno) fu adottato per tradurre l’ebraico re’em nella traduzione della Bibbia, anche in quel caso il riferimento era ad un animale con unico corno, più simile ad un bue che ad un cavallo. I padri della Chiesa raccontavano di questa bestia divina che si lasciasse catturare solo da una vergine.

Le sue raffigurazioni sono rare; si trova dipinto nei monasteri egiziani di Apa Apollo a Bawit e nel monastero bianco di Apa Shenoute, nonché in alcune chiese del IV sec in Siria e Libia, a volte insieme al pavone, altro emblema di bellezza ed immortalità; oppure intorno ad Orfeo o Adamo, eroi del monto classico e biblico, rappresentati al centro di paradisi e a colloquio con animali.

Rossella Marchese

I Sedili di Napoli alla Casa dello Scugnizzo

Le attività dell’Associazione Culturale Napoli è relative al progetto “Il Palio dei Sedili” proseguono con una mostra ospitata presso la Fondazione Casa dello Scugnizzo onlus, presieduta dal professor Antonio Lanzaro.

Come spiegano gli organizzatori fino al 31 luglio sarà possibile compiere una passeggiata virtuale alla riscoperta dei Sedili di Napoli attraverso una mostra fotografica nell’ambito degli eventi previsti per il 2018 per l’iniziativa “Rivive la Napoli dei Sedili. Il Palio dei Sedili” nata nel 1997.

“Anche quest’anno abbiamo voluto proporre un viaggio fotografico attraverso le vie dei Sedili di Napoli. La mostra nasce da un lungo percorso di ricerca storico-architettonica coordinato dall’architetto Laura Bourellis – evidenzia il presidente dell’Associazione Culturale “Napoli è” Giuseppe Desideri – come per il passato intende proporre una suggestiva visione di Napoli tra passato e presente attraverso le immagini di alcuni fotografi. Siamo, inoltre molto soddisfatti della preziosa sinergia con la Fondazione Casa dello Scugnizzo e con l’I.S. G. Marconi di Giugliano in Campania che quest’anno grazie ai bravissimi docenti e allievi ha realizzato un corto dedicato ai Sedili”.

La mostra è intitolata “Napoli e i Sedili: i luoghi” ed è coordinata dall’arch. Laura Bourellis, con la collaborazione di Orsola Grimaldi e Rossella Marchese, sono presenti fra gli altri i lavori fotografici di Nicola Massaro, del fotoreporter Enzo Barbieri e il lavoro di ricerca condotto dagli studenti dell’I.S. “G. Marconi” di Giugliano in Campania.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni, ad ingresso libero, dalle 10.30 alle 13.00 il lunedì-martedì-mercoledì-venerdì , il giovedì dalle 15.30 alle 18.30.

Alessandra Desideri

Più tutele per i turisti?

Con l’entrata in vigore il 1° luglio del nuovo decreto sui pacchetti e i servizi turistici, sono state introdotte una serie di garanzie per i turisti. E’  stata ampliata la nozione di pacchetto turistico, che comprende anche i contratti on-line, i pacchetti “su misura” e i c.d. pacchetti “dinamici”.

Per “pacchetto turistico” è individuata la combinazione di almeno due tipi di servizi turistici di trasporto, alloggio, noleggio veicoli o altro servizio turistico ai fini dello stesso viaggio acquistata da un unico professionista. Nella stessa nozione rientrano, riferisce Federconsumatori, anche i casi in cui “i contratti per l’erogazione di tali prestazioni vengano conclusi separatamente con singoli fornitori e siano acquistati presso un unico punto vendita, offerti ad un prezzo forfettario, pubblicizzati sotto denominazione di “pacchetto” (o denominazione analoga) e combinati entro 24 ore dalla conclusione di un primo contratto”.

Ma vediamo quali sono le novità più rilevanti a tutela dei turisti: possibilità di cessione del contratto di pacchetto turistico ad un altro viaggiatore; revisione del prezzo e di altre condizioni del contratto; introduzione del diritto di recesso per gli acquisti fuori dai locali commerciali; obblighi informativi a carico del venditore e dell’organizzatore del viaggio; difetti di conformità con relative responsabilità; maggior tutela dell’utente in caso di insolvenza e fallimento.

Il recepimento della Direttiva Europea rappresenta un passo in avanti sul fronte dei diritti dei consumatori-turisti, ma per Federconsumatori “non è comprensibile quali siano le ragioni che hanno portato il legislatore a non ratificare tale direttiva così come disposta dall’Unione Europea.

Ci riferiamo alla riduzione del periodo utile per l’esercizio del diritto di recesso – la direttiva prevede 14 gg lavorativi e non 5 – e alla definizione di pacchetto viaggio come quello che composto almeno dal 25% di servizi diversi da trasporto, alloggio e noleggio – la UE non ha ordinato alcun vincolo –“ .

Per Federconsumatori, quindi, “si tratta di due importanti limitazioni che riteniamo assolutamente irragionevoli, poiché modificano negativamente quanto disposto dall’Unione Europea non consentendo così, attraverso una piena armonizzazione della norma, il giusto ampliamento dei diritti dei consumatori italiani”.

L’Associazione dei consumatori sta verificando “l’opportunità e la possibilità di ricorrere anche in sede europea per chiedere la piena applicazione di quanto disposto con la direttiva originaria”.

ALesandra Desideri